Create
Learn
Share

Scarpa fondamenti

rename
agapeistheword's version from 2017-05-26 16:25

Introduzione alle lingue speciali

Question Answer
Lingua specialeVarietà funzionale di una lingua naturale dipendente da un settore di conoscenze o da una sfera di attività specialistici, utilizzata nella sua interezza, da un gruppo di partecipanti più ristretto della totalità dei parlanti la lingua di cui quella speciale è una varietà, per soddisfare i bisogni comunicativi (Cortellazzo)
Intention condition l’intenzione dell’emittente del messaggio di modificare le conoscenze del destinatario in un determinato settore specialistico (Sager)
Knowledge conditionla conoscenza più approfondita dell’argomento da parte dell’emittente rispetto al destinatario (Sager)
Code conditionl’uso di un codice convenzionale che aiuti il destinatario a concentrarsi quanto più possibile sul contenuto e complessità del messaggio (Sager)
Monoreferenzialità rapporto biunivoco tra significato e significante (Cortellazzo)
Oggettività la non emotività (Gotti) e l’impersonalità (Hoffmann)
Principio del minimax equilibrio tra l’esigenza di massima differenziazione degli elementi linguistici e l’esigenza di minimo sforzo di elaborazione insita nei destinatari (Levy)
Densità lessicalela proporzione tra parole lessicali (cioè con significato, nomi, verbi, aggettivi ecc.) e la somma delle proposizioni ‘di rango’ (paratattiche, ipotattiche, indipendenti) (Halliday)
Intricatezza grammaticale è determinata dal numero di proposizioni di rango che unite insieme formano il periodo (Halliday)
Rideterminazione semanticale parole della lingua comune vengono rideterminate nella particolare disciplina acquistano un significato specializzato (Trimble)
Termine vs parolanel termine la natura del riferimento è specializzata all’interno di una particolare disciplina, nella parola è generale in una varietà di argomenti
memorize

Capitolo 3

Question Answer
Approccio universalistala scienza è considerata una forma di conoscenza sovraculturale che soggiace alle diverse lingue (Widdowson)
Target approach Il TI deve essere considerato unicamente dalla prospettiva di un testo che deve funzionare nella cultura di arrivo per i suoi destinatari
Loyalty responsabilità deontologica nei confronti sia del destinatario sia del committente (initiator) e dell’autore del TP (Nord)
Equivalenza traduttiva: la massima corrispondenza semantica, funzionale e pragmatica ottenibile tra TA e TP tenendo conto della specifica situazione comunicativa (intenzione comunicativa del traduttore e dell’autore del TP, istruzioni del committente della traduzione, aspettative dei destinatari del TA, luogo di pubblicazione e canoni redazionali della traduzione nella cultura di arrivo) in cui avviene l’attività traduttiva (Koller)
Norme regolarità osservabili nel comportamento ‘normale’ dei traduttori, ossia tendenze ‘tipiche’ che danno luogo alla scelta di determinate strategie in una determinata situazione socioculturale (Toury)
Convenzione un’aspettativa di tipo probabilistico che offre al traduttore un’opzione da preferirsi
Schemiconfigurazioni astratte che strutturano le esperienze nella nostra mente all’interno di un determinato contesto sociale, fisico e linguistico (psicologia cognitiva)
Framesequenze di eventi-tipo che ognuno di noi ritiene nella propria memoria e che strutturano le esperienze riguardanti le proprietà di oggetti e luoghi; in base a queste sequenze stereotipiche sono predeterminati anche gli sviluppi di situazioni nuove e non conosciute
memorize

Capitolo 5

Question Answer
Qualità UNI EN ISO 8402:1987Insieme delle proprietà e delle caratteristiche di un prodotto o di un servizio che conferiscono ad esso la capacità di soddisfare esigenze espresse o implicite
Qualità UNI EN ISO 8402:1995L’insieme delle caratteristiche di un’entità che ne determinano la capacità di soddisfare esigenze espresse ed implicite
Qualità UNI EN ISO 9000:2005Grado in cui un insieme di caratteristiche intrinseche soddisfa i requisiti” (requisito = esigenza o aspettativa che può essere espressa, generalmente implicita o cogente)
Revisione (revision)esame di una traduzione per verificarne l’idoneità allo scopo concordato, mettere a confronto i testi di partenza e arrivo e consigliare eventuali azioni correttive
Revisione specialistica (review)esame di un testo di arrivo per verificarne l’idoneità allo scopo concordato, il rispetto delle convenzioni del campo semantico cui appartiene e consigliare eventuali azioni correttive
Correzione bozze (proofreading)verifica delle bozze prima della pubblicazione
Verifica (checking)Verifica della trasmissione del significato, assenza di omissioni o errori e la soddisfazione delle specifiche di servizio definite
RevisoreIl revisore deve essere una persona diversa dal traduttore e avere una competenza appropriata nelle lingue di partenza e di arrivo. Il revisore deve esaminare la traduzione per verificarne l’idoneità allo scopo definito. Questa operazione deve includere, come richiesto dal progetto, una comparazione dei testi di partenza e di arrivo per verificare la coerenza di terminologia, registro e stile / Il revisore specialista deve effettuare una revisione specialistica monolingua per valutare l’idoneità della traduzione allo scopo concordato e per raccomandare le azioni correttive eventualmente necessarie. Nota: La revisione specialistica può essere eseguita mediante una valutazione della traduzione per quanto riguarda il suo registro e il rispetto delle convenzioni del campo semantico in questione
memorize

Recent badges